Guida ai monumenti di Rimini, un tour nel centro storico della città

Vedere e fare

Se si sceglie di visitare da soli il centro di Rimini la visita può iniziare da piazza Cavour, salotto riminese, dalla quale si possono ammirare il Palazzo dell'Arengo, il Palazzo del Podestà, il Teatro Galli in corso di restauro, la bella fontana della Pigna.

Sempre dalla piazza si accede ad un altro luogo storico di Rimini, la Vecchia Pescheria, che un tempo ospitava il mercato del pesce ma che oggi è il luogo di ritrovo preferito dai giovani. Proprio qui si affacciano le caratteristiche cantinette, luogo ad hoc per l'aperitivo serale.

Castello Malatestiano a RiminiAlle spalle del teatro, percorrendo la breve via Poletti, si trova piazza Malatesta, dove maestoso e ristrutturato sorge Castel Sismondo.
Pur ridotto dai rifacimenti e dalle trasformazioni successive sa mantenere il fascino originario di residenza-fortezza, grazie alle poderose mura, alle massicce torri quadrate e agli ampi fossati.
In questa cornice affascinante durante l'anno vengono proposte mostre di grande risonanza culturale.

Nella medesima piazza e in piazza Cavour, ogni mercoledì e sabato mattina, si svolge il grande mercato riminese, con centinaia di bancarelle.

Scegliendo invece via Sigismondo, a sinistra del Teatro Gali, si può visitare, non distante, la Chiesa di Sant'Agostino ed ammirare gli affreschi della scuola riminese del '300. Qui si trova anche la tomba del beato Alberto Marvelli, beatificato da Giovanni Paolo II nel 2004.

Proseguendo la passeggiata lungo il corso d'Augusto ci si può dirigere al Borgo di San Giuliano, alla scoperta del vecchio quartiere dei pescatori riminesi.

Ponte di TIberio di RiminiPer giungervi bisogna attraversare il Ponte di Tiberio, un gioiello sul corso del fiume Marecchia: si tratta di uno dei più notevoli ponti romani superstiti, costruito interamente in pietra d'Istria, a cinque arcate, in stile dorico.
L'imponente ponte fu edificato per decreto dell'Imperatore Augusto ed è tutt'ora funzionante collegando Borgo San Giuliano e Rimini.

Prendendo via Gambalunga, dalla piazza Cavour raggiungiamo Piazza Ferrari dove da dicembre 2007 è usufruibile al pubblico la bella area archeologica della domus del chirurgo, di cui gli interessantissimi reperti recuperati sono ora conservati ed esposti al Museo cittadino, nella stessa piazza.

Attraverso il Corso d'Augusto si raggiunge invece la Piazza Tre Martiri, il punto dove si incrociavano il decumano ed il cardo dell'antica Ariminum. La Piazza accoglie, sotto un elegante porticato, negozi e boutique.

Da piazza Tre Martiri, prendendo via IV Novembre, si arriva in pochi passi al Tempio Malatestiano, il Duomo di Rimini, capolavoro dell'architettura rinascimentale.
L'idea architettonica per la realizzazione del Duomo era di rimodellare la preesistente chiesa di San Francesco e farne un tempio moderno ricco di opere d'arte e simbologie esoteriche, da dedicare a Dio e alla città.
Per realizzarlo il duca si affidò a Leon Battista Alberti, il quale progettò il rivestimento in pietra d'Istria in forme classicheggianti, che doveva essere completato da una nuova grande cupola, rimasta allo stadio di progetto.
All'interno sono bellissimi i bassorilievi di Agostino di Duccio, e l'affresco seminascosto nella sagrestia tra le prime cappelle firmato da Piero della Francesca, che raffigura il profilo di Sigismondo Pandolfo Malatesta.

Arco d'Augusto a RiminiTornando indietro e procedendo lungo il corso si presenterà alla nostra vista un altro gioiello dell'antica Rimini: l'Arco di Augusto, il più antico degli archi romani ancora esistenti.
L'Arco venne edificato nel 27 a.C. in onore di Cesare Ottaviano Augusto e sorge nel punto d'incontro tra la via Flaminia e la Via Emilia.

Anche l'Arco d'Augusto è costruito in pietra d'Istria ed era una porta cittadina unita ai lati con le mura urbiche. Tra la ghiera dell'arco ed i capitelli, di assetto corinzio, si possono ammirare quattro divinità: Giove, Nettuno, Apollo e Minerva.
Su entrambe le facce dell'Arco sono collocate due teste di bue che simboleggiavano l'importanza della colonia romana di Rimini.
Nel periodo Medievale l'arco fu privato della parte superiore. La merlatura che vediamo oggi fu costruita nel X sec.
Recentemente restaurato è tornato oggi al suo antico splendore.

Offerte durante l'evento a Rimini

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter è il modo migliore per non perdersi le proposte di Last Minute, le Offerte Speciali e tutti gli Eventi della Riviera Adriatica

ISCRIZIONE PERSONALIZZATA

Scegli solo ciò che ti interessa

Clicca qui

Entrainhotel.com è un sito realizzato da Adrias Online. La responsabilità sull'idoneità delle descrizioni è a carico delle strutture. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione. Privacy Policy Per pubblicizzare la vostra struttura su questo portale: tel 0541-25869 / fax 0541-709913


Deutsch - English - Français